Falsi premi, stangata Asl ai dipendenti

Genova – Il conto più salato è arrivato a un medico cinquantenne che lavora da almeno venti alla Asl 3 e che, entro l’estate, dovrà restituire 3.800 euro all’azienda. Che quando si tratta di prendere non perde tempo e dallo stipendio di marzo tratterrà almeno 600 euro al mese fino a quando è credito non è esaurito. Il medico che «per le ripetute e gravi irregolarità» è già stato sospeso dal servizio per 45 giorni, fa parte del gruppetto di dipendenti che sono finiti sotto procedimento disciplinare per aver percepito un gettone di presenza per partecipare alle riunioni della commissione di invalidità anche se erano un orario di servizio.

Le irregolarità erano emerse nel corso di un’inchiesta interna, disposta dalla direzione della Asl, che si era mobilitata quando aveva notato che i gettoni erano notevolmente aumentati. Gli accertamenti si sono fermati agli ultimi due anni e complessivamente i dipendenti finiti sotto indagine sono stati una ventina: otto hanno risposto alle contestazioni e chiarito la loro posizione nel giro di qualche settimana, mentre le altre dodici hanno dovuto difendersi. Due medici e undici assistenti sociali sono stati convocati dal direttore del personale Davide Amodeo e dal funzionario Matteo Arnaldi.

Il procedimento si è concluso con sette condanne e cinque assoluzioni.

Leggi l’articolo http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2013/03/19/APtcmY3E-dipendenti_premi_stangata.shtml

WhatsApp chat