Genova alluvione angeli del fango 2014

Genova – Momenti di tensione oggi tra alcuni angeli del fango e degli agenti della polizia in corso Buenos Aires, uno dei luoghi più colpiti dall’alluvione.

Secondo quanto ricostruito, un gruppo di volontari avrebbe indirizzato alcune frasi a degli agenti che stavano passando invitandoli «a sporcarsi la divisa» e «venire a spalare il fango».

Leggete l’articolo sul secolo XIX —>

Contestato a casa sua. Beppe Grillo torna a Genova dopo i tre giorni di Circo Massimo. Arriva in Piazza della Vittoria poco dopo le 11. Arriva da Sant’Ilario in motorino. Le telecamere di CorriereTv le prime ad arrivare sul posto, vengono tenute a distanza: «Non voglio attirare l’attenzione», dice bruscamente ai nostri cameraman di H24, respinti dai robusti uomini della sicurezza. «Se volete un’intervista fate una donazione di duemila euro, qua c’è l’Iban che poi io li giro agli alluvionati. Pagate oppure andatevene a f…. », si arrabbia. Poi scende in uno scantinato. «Qui il problema sono i soldi, non c’è un coordinamento».

Leggi l’articolo completo sul Corriere della Sera –> 

A chi gli fa osservare che vorrebbe un corretto funzionamento delle istituzioni, ciascuna nel proprio ambito, il leader M5S ribatte: “Ma non lo fanno… E’ la seconda volta che il Comune fa il Comune e la Regione fa la Regione. Poi non lo fanno e investono 7 mld nelle grandi opere”.
“Se devo scontare quello che non mi sento di avere fatto lo sconto. E’ la mia città, siete i miei concittadini”, è il refrain di Grillo che verso la fine della prima missione si scalda con i giovani che lo contestano più apertamente: “Ma vuoi che io abbia paura a spalare? Fai spalare Renzi. Siamo dalla stessa parte”, grida mentre rimette in moto lo scooter e lascia a litigare alcuni ‘angeli del fango’ con parte degli attivisti che lo avevano accompagnato nel sopralluogo….

Leggi l’articolo completo sul sito di Repubblica.it –>  

Genova alluvione angeli del fango 2014

 

 

WhatsApp chat